Olio di semi di camelia, le proprietà

L‘olio di Camelia è un valido alleato per la cura dei capelli e del corpo. Questo prodotto è conosciuto specialmente per i suoi benefici nel settore delle cosmetica. Oggi vedremo alcune notizie utili per conoscere meglio l’olio di Camelia.

camelia

La Camelia è originaria dell’India, la Cina e il Giappone. È un arbusto sempreverde che rientra nella famiglia delle Theaceae. Presenta delle foglie verdi scure, le quali sono provviste di stipole.

Vi sono anche delle ghiandole che rilasciano l’aroma.

Nei periodi freddi si possono ammirare molti fiori dall’aspetto bellissimo, i quali non si assomigliano fra loro, sia nella forma che nel colore (e questo dipende dal tipo di pianta).

Vi sono diverse specie di Camelia, vediamo quali sono le più importanti: Camellia Japonica, Camellia Sinensis, Cammelia Vernalis, Camellia Sasanqua e la Camellia Tsaii.

Informazioni varie e tipologie di Camelia

Un aspetto interessante rivolto ai fiori di queste piante è che possono profumare oppure no, ovvero capita di trovarne esemplari privi di odore. Riguardo le colorazioni di quest’ultimi possiamo trovarli gialli, rosa, bianchi e rossi. Tra le tipologie di questa pianta, la Camellia Sinensis è stata usata per creare tisane rinvigorenti e questo è merito delle foglie e dei germogli di tale vegetale. Il nome attribuito alla bevanda è “tè”. Attualmente le piante in questione sono impiegate per produrre alcuni tipi di tè, tra questi ricordiamo: tè verde, nero, bianco e il tè oolong!

Le camelie, per quanto riguarda l’Oriente, sono amate per l’eleganza e la bellezza che amenano.

In passato erano regalate alle persone nobili e quelle colte, si dimostravano un dono molto pregiato. In Europa la Camelia venne importata grazie a una nave, la quale trasportava spezie. Mentre nel 1732 furono impiantate in Inghilterra e prendevano il nome di “rose cinesi”.

I petali che si presentano simmetrici e dalla forma rotonda sono correlati alla perfezione, la raffinatezza e anche alla massima devozione di 2 persone che si amano. Quanto appena citato riguarda la tradizione cinese.

Sostanze interne, composizione chimica dell’olio di camelia

L’olio di Camelia, ottenuto dai semi della omonima pianta dopo essere stati posti a una spremitura a freddo, è un prodotto dove sono presenti molte sostanza benefiche. Tra queste ricordiamo: polifenoli, acido oleico, squalano e le seguenti vitamine A, B, E. Dunque è un buona composizione chimica ed è per questo che l’olio di Camelia trova spazio sia nel settore cosmetico che in quello

gastronomico. Va comunque menzionato che i semi che offrono questo prodotto provengano dalla Camellia oleifera e la Camellia sinensis.

I benefici dell’olio di Camelia

L’olio di Camelia, il quale è conosciuto anche come tsubaki-abura, si dimostra benefico per l’organismo. Questo olio specifico proviene da un isola dell’arcipelago di Izu, denominata Ooshima.

Una terra dove è presente la credenza che di tutto il Giappone, solamente questo luogo ospita le donne con i capelli più lucenti e belli allo stesso tempo.

L’estratto di Camelia, rappresenta un ottimo alleato nel settore della cosmetica. È un prodotto idratante, il quale si occupa di trattare le pelli secche. Inoltre rende la pelle più luminosa e giovane allo stesso tempo. Come se non bastasse, contrasta l’acne ed è utile per stimolare la cicatrizzazione delle ferite.

Naturalmente tra i suoi molti utilizzi non mancano i seguenti: combatte il cattivo odore, la forfora, capelli più lisci e resistenti. Inoltre è un buon prodotto per curare le verruche e i calli.

Chi sono...

Claudia

Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

Lascia un commento:

Termini di ricerca:

  • camelia olio ess