Pidocchi: rimedi naturali

I parassiti che nidificano nei capelli delle persone, conosciuti da tutti come pidocchi, creano disagi fastidiosi, primi tra tutti prurito e ribrezzo. I pidocchi sono parassiti molto comuni e non così difficili da contrarre come in molti possono pensare. I bambini sono quelli più colpiti a causa dello stile di vita. Passano molto più tempo nei prati e sono sempre a contatto con i loro coetanei per via della scuola, favorendo così il passaggio del parassita da una testa all’altra.

pidocchi

Nonostante i piccoli sono quelli più soggetti al problema, gli adulti non ne sono esenti ed è molto importante quindi prendere tutte le precauzioni del caso.
Fortunatamente esistono molti tipi di rimedi naturali contro i pidocchi. Più avanti verranno elencati nel dettaglio, tanto per rendere le idee un po’ più chiare su come sia possibile rimuovere i pidocchi grazie ai prodotti offerti dalla natura.

Il pidocchio: cosa accade sopra le nostre teste

La femmina di pidocchio è la responsabile di tutto. Quando l’esemplare (chiaramente adulto) riesce a raggiugere la testa di una persona, cerca subito un posto idoneo e allo stesso tempo caldo per poter deporre le sue uova in tutta tranquillità.

Grazie ad una spece di colla le uova restano unite alla base del capello. Il colore di queste uova può variare dal marrone al grigio vero e proprio. Uno degli aspetti sconcertanti è proprio la capacità di riproduzione da parte della femmina di pidocchio. La cosa molto analoga è che questo parassita riesce a depositare sei/sette uova ogni giorno, i quali impiegano per schiudersi un periodo compreso tra i sei e i dieci giorni, dando alla luce le larve.

Tra le zone più a rischio di uova sono presenti l’attaccatura dei capelli dietro le orecchie e della nuca. Ma ovviamente anche altre parti della testa non sono esenti dal problema.

Le larve, ovvero i piccoli nascituri, non impiegano molto a diventare adulti. Occore non più di dieci giorni, spesso anche una settimana è sufficiente per renderli maturi e permettere nuovamente alla femminia di produrre altre uova.

Il pidocchio adulto è l’ultima fase del parassita e, cosa decisamente spiacevole per noi, necessita di sangue umano per poter vivere. Ogni tre/sei ore lo deve assolutamente bere. altrimenti nel giro di un giorno l’insetto muore. Inoltre come accenato prima il pidocchio adulto è in grado di riprodursi in maniera sconcertante di conseguenza, se non si rimuovono completamente dalla testa i parassiti, uscire dalla situazione diventa molto difficile.

Le femmine quando sono più di una (fattore che accade quasi sempre) possono nel giro di poco tempo produrre una vera e propria popolazione di parassiti. E’ stato stimato che una femmina adulta, prima di morire, è capace di deporre un centinaio di uova circa.

I pidocchi volano?

E’ un errore piuttosto comune quello di credere che i pidocchi sono capaci di volare. La realtà è che il pidocchio non è in grado di volare, basta guardarne uno da vicino per vedere subito che non ha ali. Ma cosa molto importante, e anche in questo caso fraintesa, è che il pidocchio non è neanche capace di saltare. Non può in definitiva volare o saltare da una testa all’altra, ma il passaggio avviene solo tramite contatto.

Il pidocchio è invece un arrampicatore provetto, per tanto questa sua abilità riesce a compensare quelle mancanti appena citate.

Attenzione ai bambini: sono quelli più a rischio

Attenzione ai bambini, specialmente quelli con età compresa tra i 3 e gli 11 anni. Il motivo è semplice,  giocano senza pensieri, si rotolano nell’erba… il loro ultimo pensiero è quello di far attenzione a certe cose, convinti forse nella loro ingenuità che non potranno colpirli.

Un adulto è meno a rischio dato che molti di questi comportamenti “incriminati” li ha eliminati da tempo. Chiaramente ciò non significa che sia immune dal poter contrarre i pidocchi, ma semplicemente ne è meno a rischio.

Comunque rimane pur sempre il contagio, ovvero anche rimanendo in casa segregati e con le finestre chiuse, il rischio rimarebbe ugualmente. Per esempio il bambino torna a casa, ha contratto i pidocchi (precedentemente) e contagia tutto il nucleo familiare.

Pidocchi rimedi naturali

prurito 2

Non è una mission impossible  eliminare i pidocchi, ma comunque risultano fastiosi questo è certo. Prima che la situazione sfugga di mano, ovvero quando il numero di parassiti è veramente significativo, dovranno essere adottati dei rimedi  naturali contro i pidocchi molto efficaci per debellare il problema. Chiaramente più tempo passa è più sarà difficile eliminarli.

  • Pettinarsi: Potrà per molti sembrare banale, ma pettinarsi più volte al giorno con un pettine con dentatura molto ravvicinata, aiutano ad eliminare le uova di pidocchio. Dovete partire dalla radice. Con molta pazienza e assiduità gli involucri contenenti le larve potranno essere tolti aiutarsi anche con le mani. Se è possibile farsi assistere per ottenere risultati migliori.
  • Olio extravergine di oliva: un prodotto naturale e sempre disponibile nelle nostre case è proprio lui, l’olio extravergine di oliva. Come abbiamo appena detto, il pettine aiuta a rimuovere le uova. L’olio favorisce questo passaggio utilizzando per creare una maschera sui capelli prima di iniziare a pettinarli.
  • Maionese: Un altro prodotto naturale che può essere impiegato al solito scopo e nel solito modo dell’olio extravergine d’oliva.
  • Aceto bianco: Questo prodotto è indiscutibilmente tra i più validi e conosciuti. Il suo impiego è molto facile. Applicare un po’ di aceto sulla cute ed attendere che asciughi almeno un ora circa. Questo prodotto è in grado di far cadere le uova, perché scioglie la colla che le sorregge. Comunque ricordarsi di lavarsi i capelli in seguito
  • Il balsamo: Anche questo prodotto, utilizzato di frequente da noi donne per la cura dei capelli, è molto utile per liberarsi delle uova contenenti le larve di pidocchio. Utilizzare del balsamo (quanto basta) e massaggiare la zona interessata. Questo prodotto ha la capacità di dividere i capelli dalle uova che vi sono attaccate. In seguito impiegare un pettine (con denti fini) per rimuoverle.
  • Gli oli essenziali: Questi specifici prodotti aiutano ad alleviare l’infiammazione ed il prurito sulla testa causato dai parassiti.

Consigli pratici sui pidocchi

Una delle prime cose da sapere è che i pidocchi non possono annegare (almeno risulta veramente difficile). Quindi lavarsi i capelli con acqua e sapone svariate volte, non servirebbe proprio a niente. E’ importante utilizzare i rimedi naturali sopra indicati e ovviamente, quelli che vi vengono consigliati dal vostro dottore o farmacista.

Dovete scegliere i prodotti destinati ad un trattamento anti-pidocchi con estrema cura. Controllare anche che gli ingredienti siano naturali al 100%. Le sostanze tossiche come pesticidi ad esempio sono sempre dietro l’angolo, quindi è bene prestare molta attenzione a cosa comprare.

Chi sono...

Claudia

Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

Lascia un commento:

Termini di ricerca:

  • annegare pidocchi
  • Come si fanno uscire i pidocchi dai capelli
  • pidocchi olio di oliva
  • pidocchi sui prati
  • pidocchi volano
  • quali sono i rimedi naturali xmandare via i pidocchi
  • rimedi naturali contro pidocchi
  • rimedi naturali per i pidocchi dei capelli
  • rimedi naturali per i pidocchi in testa